top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreGiardiniBambini

cade un albero, nasce un gioco



Gli alberi, nel loro trasformarsi in tronchi, sono materiali contagiosi. Tra insegnanti questi contagi sono altamente trasmissibili.

Sempre più scuole, Comuni, Enti statali si stanno cimentando con la complessità e il forte interesse che questo incredibile materiale naturale - peraltro gratuito - suscita in insegnanti, pedagogisti, agronomi,amministratori pubblici, dirigenti scolastici. E come si fa a progettare giardini educativi con i tronchi dentro? “Cade un albero, nasce un gioco” è un piccolo volume che ne racconta alcune possibilità fattive e praticabili ovunque. Perché di fatto ovunque gli alberi cadono nelle città. Che cosa ne possiamo fare davvero noi, con i bambini? Nel volume si descrivono cautele e i rischi, le funzioni ecologiche e le occasioni ludiche e per l’apprendimento. Le potenzialità inclusive. Si delinea una via formale all’ingresso legale degli alberi/tronchi dalla porta principale di scuola. “Cade un albero , nasce un gioco” l’abbiamo immaginato con un duplice intento. Da una parte, grazie al Centro di documentazione educativa comunale Spanizzo, abbiamo inteso documentare a più voci un progetto, a nostro avviso rilevante, per la rinaturalizzazione e la valorizzazione di una parte dei giardini educativi della Città di San Lazzaro di Savena (Bo): nidi di infanzia, poli di infanzia, scuole di infanzia, parchi pubblici. Dall’altra parte il tema degli alberi – e le loro potenzialità nei giardini educativi – ha una diffusa rilevanza e interesse. La nostra documentazione è un contributo che sostiene la progettazione, e viene diffusa on line nel sito del Centro per altre Amministrazioni Comunali e Statali. Una parte dei costi, a fianco di quelli sostenuti dall’Amministrazione Comunale di San Lazzaro di Savena, è stato cofinanziato dalla Fondazione Carisbo di Bologna. Gli autori sono pedagogisti di servizi per l’infanzia e agronomi dell’ufficio ambiente, a testimoniare l’utilità di un dialogo proficuo tra chi si occupa professionalmente a differente titolo dei giardini dei bambini. Trovate in “Cade un albero , nasce un gioco” considerazioni di esperti di gioco e di responsabili comunali del settore ambiente. Fotografie di alcune fasi di realizzazione e alcune storie di bambini. Approfondimenti e focus rispetto al contesto di norme e di significati che sono in gioco quando stiamo operando con gli alberi, una volta che cadono e si trasformano. Chi ritiene che tutto ciò non sia riproponibile in altri contesti, avrà forse durante la lettura modo di ricredersi e forse anche interesse a dialogare e scambiare esperienze e competenze. Conoscete il detto che ci accorgiamo più di un albero che cade che di una foresta che cresce. A noi sta a cuore il futuro di quell’albero che cade.

Corrado Bosello

39 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page